EUROWEEK: La settimana europea con gli appuntamenti dal 26 settembre al 2 ottobre

La settimana europea: gli appuntamenti dal 26 settembre al 2 ottobre

Tenervi informati sui principali argomenti di discussione dell’Ue e comunicarvi in anticipo gli eventi che meritano più attenzione: questi sono gli obiettivi della nostra nuova rubrica, EUROWEEK grazie alla quale potrete sapere tutto ciò che c’è in programma in settimana a Bruxelles e dintorni. Molti sono i temi caldi che saranno affrontati dalle varie commissioni nei prossimi giorni, dal terrorismo al roaming passando per le emissioni non a norma delle automobili.

LUNEDì

Roaming / fair use: Il comitato Industria discuterà la seconda bozza di decisione presentata dalla Commissione, riguardante la corretta applicazione da parte degli operatori telefonici dei criteri di “fair use” (utilizzo intelligente). Tali criteri, se applicati nel modo idoneo, consentirebbero ai fornitori di telecomunicazioni di limitare la quantità di free roaming evitando al contempo i relativi abusi da parte degli utenti. Il dibattito è nato in seguito all’abolizione dei supplementi per i servizi telefonici all’estero a partire dal giugno 2017. La Commissione ha già ritirato, su suggerimento del presidente Juncker, una prima bozza, dopo le critiche relative al limite di 90 giorni imposto (e poi abolito) per le agevolazioni.

Mario Draghi: Il Presidente della Banca centrale europea Mario Draghi illustrerà il punto di vista della BCE sugli sviluppi economici e monetari, in particolare a seguito del referendum del 23 giugno scorso che ha decretato l’uscita del Regno Unito dall’Ue. La discussione con i membri riguarderà anche le obbligazioni a lungo termine nella zona euro e la frammentazione del mercato finanziario.

Antiterrorismo: Il Coordinatore antiterrorismo dell’Ue, Gilles de Kerchove, discuterà, insieme al Comitato per le libertà civili, lo stato di avanzamento nella lotta contro il terrorismo e la situazione relativa ai recenti attacchi negli Stati membri.

MARTEDì

Inchiesta Panama Papers: I lavori della commissione d’inchiesta del Parlamento Europeo sul caso Panama Papers prenderanno il via con le audizioni di alcuni dei giornalisti che hanno rivelato lo scandalo nel loro lavoro investigativo. Subito dopo, il presidente di commissione Werner Langen e i due correlatori Jeppe Kofod e Petr Jezek illustreranno il programma di lavoro in una conferenza stampa che si terrà intorno alle ore 11,30.

Il futuro delle comunità ebraiche in Europa: L’antisemitismo e le prospettive future per le comunità ebraiche in Europa saranno gli argomenti di discussione della conferenza organizzata dal Presidente del Parlamento europeo Martin Schulz e dal Vice Presidente Antonio Tajani, ai quali spetterà rispettivamente il compito di chiudere e aprire l’evento.

Diario del Presidente: Martin Schulz, presidente del Parlamento Europeo, incontrerà il co-presidente del Partito democratico dei popoli turchi Selahattin Demirtaş e il Presidente della Corte dei conti europea Vítor Caldeira.

MERCOLEDì

Bilancio dell’Ue per il 2017: La commissione per i bilanci voterà su più di 2.200 emendamenti al progetto di bilancio dell’Unione europea per il 2017, dopo le critiche dei membri sui tagli proposti dal Consiglio. Tali tagli infatti secondo gli oppositori influenzerebbero la buona realizzazione di una serie di programmi che rappresentano le priorità politiche dell’Ue, quali Horizon 2020 (ricerca), Connecting Europe Facility (infrastrutture), o DCI (cooperazione allo sviluppo, lotta contro le cause profonde della migrazione). Le votazioni continueranno anche nella giornata di giovedì.

Diario del Presidente: Martin Schulz incontrerà l’italiana Samantha Cristoforetti, astronauta della European Space Agency.

GIOVEDì

Sistema di omologazione autoveicoli: In seguito allo scandalo emissioni che ha riguardato la Volkswagen, la Commissione Ue ha proposto diverse modifiche alle norme comunitarie che puntino a garantire che le auto immesse sul mercato siano conformi a tutti i requisiti di sicurezza, ambientali e di produzione.

VENERDì

Pre-sessione di conferenza stampa: Il Parlamento europeo terrà una conferenza stampa con i portavoce dei diversi gruppi politici alle ore 11.00 nella sala Anna Politkovskaya del centro stampa di Bruxelles.

Nel corso di tutta la settimana inoltre i gruppi politici prepareranno i lavori relativi alla seduta plenaria che si svolgerà a Strasburgo dal 3 al 6 ottobre: si parlerà soprattutto del prossimo Consiglio Ue, di cambiamenti climatici e della situazione economica della Grecia.