EUROWEEK – PLENARIA: gli argomenti di discussione

La seduta plenaria del Parlamento Europeo rappresenta uno dei momenti principali dell’attività politica comunitaria. In questo appuntamento si raccolgono i frutti del lavoro quotidiano svolto dalle commissioni e dai gruppi politici presenti in Parlamento e si dà l’opportunità ai deputati, rappresentanti degli elettori, di contribuire in maniera forte al processo decisionale, tramite il confronto con Commissione europea e Consiglio europeo. La plenaria si tiene una volta al mese, solitamente non a Bruxelles ma nella cittadina francese di Strasburgo, dove per qualche giorno si trasferiscono gli apparati della politica comunitaria.

Alla plenaria partecipano attualmente oltre 700 deputati che parlano 24 diverse lingue: proprio per questo addetti ai lavori, interpreti e traduttori sono sottoposti a regole ferree sui tempi e sulle modalità di intervento. Il Parlamento europeo tornerà a riunirsi dal 3 al 6 ottobre, ecco di cosa si parlerà a Strasburgo:

  • Accordo di Parigi: Dopo l’approvazione del trattato da parte del Consiglio europeo, avvenuta venerdì pomeriggio, il Parlamento martedì alle ore 12 darà il suo consenso formale all’accordo sui cambiamenti climatici sancito dall’Onu lo scorso anno a Parigi.
  • Conflitto d’interesse dei commissari: in seguito ai diversi report apparsi sui media riguardanti gli affari commerciali privati dei commissari, i deputati del Parlamento europeo interrogheranno la Commissione martedì sera chiedendo come si possano evitare possibili conflitti d’interesse in futuro a carico dei membri della Commissione Ue. Si parlerà inoltre anche delle recenti fughe di notizie note come “Bahama leaks”.
  • Divieto di esportazione strumenti di tortura: le nuove norme europee finalizzate al contrasto del commercio di strumenti atti alla tortura e alle pene capitali (nei Paesi terzi) saranno discusse e messe al voto martedì. Il Parlamento inoltre sta lavorando per inserire un divieto relativo alla commercializzazione e al transito di tali merci. Sul tema martedì alle 15,30 è in programma una conferenza stampa a cui parteciperanno la relatrice Marietje Schaake, il Presidente della commissione Commercio Bernd Lange e la commissaria Cecilia Malmstrom.
  • Grecia: sempre martedì pomeriggio in seduta plenaria si svolgerà un dibattito con il commissario Pierre Moscovici sullo stato del programma di rientro economico in Grecia. Verranno tenute in considerazione anche l’impatto del piano sul Paese e le prospettive relative ai futuri negoziati tra la Grecia e i suoi creditori.
  • Roaming: martedì sera il Parlamento deciderà riguardo all’adozione delle misure “fair use”, volte a impedire che gli utenti delle compagnie telefoniche sfruttino indebitamente l’abolizione delle tariffe roaming per ottenere vantaggi illeciti, utilizzando ad esempio nel proprio Paese schede estere a prezzi più bassi.
  • Vertice Ue: in vista della riunione del Consiglio europeo con i leader dei Paesi membri in programma il 20 e 21 ottobre, i deputati discuteranno mercoledì, insieme ai membri del Consiglio e della Commissione, dei negoziati commerciali, degli ultimi sviluppi in materia di politica migratoria e delle future relazioni tra Ue e Russia.
  • Polonia: mercoledì i deputati interverranno a tutela dei diritti delle donne, in particolar modo dopo i tentativi da parte del governo polacco di approvare leggi ancora più stringenti e severe sull’aborto.
  • Calais: il dibattito sulla situazione dentro e fuori il campo profughi di Calais, nel nord della Francia, è previsto per giovedì. Il campo, conosciuto anche come “la giungla”, ospita oltre 7000 persone tra migranti e richiedenti asilo che tentano in ogni modo di raggiungere il Regno Unito.

© Lineadirettaeuropa All Rights Reserved / Tutti i diritti riservati Reproduction only with permission fromwww.lineadirettaeuropa.eu / Riproduzione solo con il permesso di www.lineadirettaeuropa.eu