Brexit, fino al 2018 continuano le agevolazioni per gli studenti europei nel Regno Unito

Tra i tanti punti interrogativi aperti dopo il referendum sulla Brexit c’era anche quello relativo alla possibilità che, dopo il voto per l’uscita dall’Unione Europea, gli studenti dei Paesi membri non potessero più usufruire delle convenzioni per frequentare gli atenei britannici. A fugare ogni dubbio, almeno fino al 2018, è stata però la stessa Ambasciata del Regno Unito di Roma, che con un comunicato ha chiarito definitivamente la situazione: “Il governo britannico” si legge nella nota “ha annunciato che gli studenti dell’Unione Europea che intendono fare domanda per un corso di laurea presso un’università, o altro istituto, del Regno Unito per l’anno accademico 2017/2018 continueranno a poter beneficiare, da oggi e per tutta la durata dei loro corsi di studio, dei prestiti e delle sovvenzioni messi a disposizione degli studenti comunitari. Di conseguenza, gli studenti che intendono fare domanda per l’anno accademico 2017/2018, non soltanto avranno diritto a richiedere gli aiuti finanziari attualmente a loro disposizione, ma potranno continuare a beneficiarne per tutta la durata del periodo di studio, anche nel caso (improbabile, ndr) in cui il Regno Unito dovesse nel frattempo completare le procedure per l’uscita dall’Unione Europea”.

Sul tema è poi intervenuto il sottosegretario del governo britannico all’Università Jo Johnson, il quale ha precisato che “gli studenti internazionali forniscono un importante contributo” al sistema universitario inglese.

© Lineadirettaeuropa All Rights Reserved / Tutti i diritti riservati Reproduction only with permission fromwww.lineadirettaeuropa.eu / Riproduzione solo con il permesso di www.lineadirettaeuropa.eu