Euroweek-Plenaria: gli argomenti di discussione dal 24 al 27 ottobre

La seduta plenaria del parlamento europeo rappresenta uno dei momenti principali dell’attività politica comunitaria. In questo appuntamento si raccolgono i frutti del lavoro quotidiano svolto dalle commissioni e dai gruppi politici presenti in Parlamento e si dà l’opportunità ai deputati, rappresentanti degli elettori, di contribuire in maniera forte al processo decisionale, tramite il confronto con Commissione europea e Consiglio europeo. La plenaria si tiene una volta al mese, solitamente non a Bruxelles ma nella cittadina francese di Strasburgo, dove per qualche giorno si trasferiscono gli apparati della politica comunitaria.

Alla plenaria partecipano attualmente oltre 700 deputati che parlano 24 diverse lingue: proprio per questo addetti ai lavori, interpreti e traduttori sono sottoposti a regole ferree sui tempi e sulle modalità di intervento. Il Parlamento europeo tornerà a riunirsi dal 24 al 27 ottobre, ecco di cosa si parlerà a Strasburgo:

 

Martedì

 

Programma di lavoro della Commissione per il 2017: La Commissione europea presenterà la sua lista degli obiettivi da raggiungere nel 2017 e inviterà i deputati a discutere le priorità comuni per stilare la prima dichiarazione comune sulle priorità dell’UE per l’anno successivo: il documento sarà firmato dai presidenti di Parlamento, Consiglio e Commissione a dicembre.

 

Stato di diritto e democrazia in Europa: I deputati chiederanno alla Commissione di istituire un nuovo meccanismo UE per monitorare e misurare lo stato della democrazia e dei diritti fondamentali in tutti gli Stati membri dell’UE in base a regole comuni.

Terrorismo: I deputati, il Consiglio e la Commissione valuteranno i progressi compiuti nell’implementazione delle misure di sicurezza concordate a livello europeo e le azioni da intraprendere per vincere le sfide future sul tema terrorismo. Tra le misure di sicurezza adottate ci sono l’interoperabilità delle banche dati, lo scambio di dati e i progressi compiuti nell’attuazione della tecnologia Passenger Name Record (PNR).

Tassazione: Le proposte della Commissione nel campo della tassazione delle imprese saranno presentate e discusse alla presenza del commissario Pierre Moscovici. Tali eventuali misure hanno come obiettivo primario quello di stabilire, tra l’altro, una base imponibile comunitaria consolidata per le società, come richiesto dal Parlamento.

 

Mercoledì

 

Budget Ue 2017: Il Parlamento esprimerà la sua posizione sul bilancio dell’Unione europea del prossimo anno, in vista dei negoziati con il Consiglio. I deputati chiederanno più fondi per arginare il problema della disoccupazione giovanile, stimolare la crescita economica e aiutare i paesi terzi al fine di mitigare la crisi migratoria. In seguito verrà discussa la proposta della Commissione di rivedere il quadro finanziario pluriennale (QFP).

 

Risultati del Consiglio Ue: I deputati valuteranno in mattinata l’esito della riunione del Consiglio europeo del 20-21 ottobre insieme al Presidente della Commissione Jean-Claude Juncker e al Presidente del Consiglio Donald Tusk.

 

Grassi transgenici: Verrà votato un progetto di risoluzione tramite cui l’UE dovrebbe porre limiti obbligatori alle quantità di acidi grassi transgenici di produzione industriale. Tali sostanze sono infatti dannose per la salute umana e possono aumentare il rischio di malattie cardiovascolari, sterilità, morbo di Alzheimer,  diabete e obesità.

 

Giornalisti in Turchia: Le minacce, le violazioni e le restrizioni subite dai giornalisti in Turchia saranno oggetto di una importante discussione. In seguito al golpe fallito nel mese di luglio, 90 giornalisti sono stati incarcerati, più di 2.500 hanno perso il lavoro e moltissimi mandati di arresto sono stati emessi contro centinaia di operatori dei media in Turchia.

 

 

Giovedì

 

Premio Sakharov 2016: La Conferenza dei presidenti sceglierà il vincitore del Premio Sakharov di quest’anno per la libertà di pensiero tra i tre candidati selezionati: in lizza ci sono Can Dündar e i compagni difensori della libertà di pensiero e di espressione in Turchia, il leader della Crimea Mustafa Dzemilev e infine i sopravvissuti yazidi Nadia Murad Basee e Lamiya Aji Bashar. Il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz annuncerà il premio giovedì intorno a mezzogiorno, mentre la cerimonia di premiazione avrà luogo il 14 dicembre a Strasburgo.

© Lineadirettaeuropa All Rights Reserved / Tutti i diritti riservati Reproduction only with permission fromwww.lineadirettaeuropa.eu / Riproduzione solo con il permesso di www.lineadirettaeuropa.eu