Garanzia Giovani, dal 2017 un nuovo maxi-bonus per ridurre il numero dei Neet

Più volte abbiamo parlato del problema dei “Neet” (link in fondo alla pagina), i giovani che non studiano, non lavorano e non frequentano corsi di formazione. I numeri di questa emergenza potrebbero finalmente calare nei prossimi anni grazie al contributo fondamentale che sta portando in tal senso uno strumento come il programma “Garanzia Giovani”, che nel 2017 sarà oggetto di un nuovo maxi-bonus per le aziende. L’aumento del budget (attualmente un miliardo e mezzo di euro da spendere entro fine 2018) coinvolgerà tutte le aziende che vorranno assumere lavoratori dall’elenco di iscritti al programma. Finora, dopo due anni e mezzo dal debutto di “Garanzia Giovani”, i risultati sono molto positivi: su un milione di registrazioni, circa 800mila ragazzi (quindi otto su dieci) sono stati selezionati da aziende pubbliche e private per stage e tirocini a tempo determinato. Un fenomeno che ha portato i maggiori risultati nelle regioni con tasso di disoccupazione giovanile più alto come la Campania, la Sicilia e la Lombardia che hanno investito rispettivamente risorse statali per 191, 179 e 173 milioni di euro. A prevalere sono i contratti di tirocinio, finora circa 200mila, che hanno visto protagoniste le regioni citate e il Lazio.

La somma prevista per il nuovo bonus da parte dello Stato sarà di circa 200milioni di euro, con uno sgravio totale o del 50% sui contributi a partire da inizio 2017. I vantaggi riguarderanno anche i contratti a tempo indeterminato, con quasi 10mila aziende beneficiarie del servizio.

http://lineadirettaeuropa.eu/2016/11/02/italia-ultima-nella-classifica-dei-neet-riducendoli-il-pil-crescerebbe-dell84/