LDE MONDO: Iran

La più grande manifestazione vista in Iran ha portato sei giorni di disordini in tutto il paese provocando almeno 21 morti.

Le proteste sono iniziate giovedì a Mashhad, da allora si sono espanse in diverse città, con alcuni manifestanti che cantavano contro il governo e il capo supremo, l’Ayatollah Ali Khamenei. Centinaia di persone sono state arrestate e martedì un importante giudice ha avvertito che alcuni potrebbero essere condannati a morte.

Foto credits: AP