LDE MONDO: Libia

E’ esplosa martedì sera un’autobomba vicino ad una moschea nella zona residenziale della città orientale di Bengasi in Libia.

L’attacco ha colpito il quartiere di Salmani causando la morte di 47 persone, ha detto il funzionario della sanità locale Hani Belras Ali.

Nessun gruppo ha ancora rivendicato la responsabilità dell’attentato, ma molti hanno pensato che fosse il lavoro di una fazione del gruppo dello Stato Islamico largamente cacciato dalla Libia.

Le Nazioni Unite hanno condannato gli attentati, affermando che gli attacchi ai civili sono proibiti dal diritto internazionale umanitario e costituiscono crimini di guerra. Il governo della Libia, appoggiato da U.N., che ha sede nella capitale, Tripoli, ha annunciato tre giorni di lutto ufficiali.

Foto credit: Abdullah Doma / AFP / Getty Images